Tag Archives: corso

Corso di orticoltura biologica in Valle d’Aosta

 

Corso di orticoltura biologica in Valle d’Aosta

L’Assessorato dell’ agricoltura e risorse naturali organizza, nell’ambito delle attività formative, un corso di orticoltura biologica che si terrà ogni venerdì dal 18 settembre al 16 ottobre 2009. Sono previste lezioni teoriche, che avranno luogo al Centro agricolo dimostrativo regionale di Saint-Marcel, dalle ore 16 alle ore 19, e una visita didattica, il 25 settembre, presso aziende agricole biologiche del Cuneese.

Gli argomenti delle lezioni verteranno sul confronto tra metodi di coltivazione, tecniche di coltivazione biologica di colture orticole (cavoli, porri, patate, carote, cipolle, insalate e vegetali a foglia verde), difesa biologica e conservazione delle orticole.

Al corso, curato dalla Direzione produzioni vegetali e servizi fitosanitari, potranno partecipare fino a venticinque allievi, con precedenza per coloro che operano in azienda agricola o agrituristica e l’ammissione di altre categorie a completamento della residua disponibilità. La quota di iscrizione è di cinquanta euro e il corso sarà attivato con un minimo di dieci iscritti.

Gli interessati potranno presentare domanda da lunedì 3 agosto a martedì 1° settembre 2009 all’Ufficio formazione e aggiornamento professionale dell’Assessorato, in località Grande Charrière 66 a Saint-Christophe (orario: lunedì-venerdì 9-12.30, martedì anche 14-16.30), oppure via fax al numero 0165.275204.

Il modulo di iscrizione e la locandina contenente le informazioni dettagliate sono disponibili presso l’ufficio sopraindicato e all’indirizzo internet www.regione.vda.it/agricoltura .

Per ulteriori informazioni è possibile chiamare i numeri 0165.275294 – 0165.275201.

 

Se ti è piaciuto questo post forse potresti essere interessato ai nostri blog dedicati al Turismo e all’ agriturismo in Chianti.


Corso sulle filiere agri-energetiche – Piacenza, 19/20 marzo 2009


 Scarica il programma/invito (.pdf)

Il corso, articolato in tre moduli distinti che affrontano le tematiche relative alle tre filiere agri-energetiche:
OLIO-ENERGIA
(Giovedì 19 marzo 2009 ore 9:30 – 13:00- Relatore: Vanessa Scrosta – SIBE srl – Intervento:Luca Mutti – Sfir)
BIOGAS
(Venerdì 20 marzo 2009 ore 9:30-13:00 – Relatore: Claudio Fabbri, Mariangela Soldano – CRPA – Centro Ricerche Produzioni Animali – Intervento: Marco Moreale- ASJA)
LEGNO-ENERGIA
(Venerdì 20 marzo 2009 ore 14:00-17:30 – Relatore: Eliseo Antonini – AIEL – Associazione Italiana Energie Agroforestali – Intervento: Edoardo Maltempi – Bioenergia Investimenti S.p.A.)
rientra nelle attività divulgative del progetto Seq-Cure: “Sistemi integrati per accrescere il sequestro di carbonio, attraverso la produzione di colture energetiche fertilizzate con residui organici”.

Si tratta di un progetto dimostrativo triennale coordinato dal CRPA S.p.A. di Reggio Emilia e cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito del Programma Life III Ambiente.

Data e sede evento
Giovedì 19 marzo e venerdì 20 marzo 2009
presso la Sala “Bertonazzi” del Palazzo dell’Agricoltura, via Colombo, 35 – 29100 Piacenza

Il progetto che vuole contribuire alla riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera e incrementare il sequestro del carbonio nel suolo ha i seguenti obiettivi principali:
– promuovere l’utilizzo di residui organici (effluenti zootecnici, fanghi di depurazione, altri) per la fertilizzazione di colture energetiche, limitandone l’impatto ambientale
– sottoporre a monitoraggio diverse filiere agri-energetiche, partendo dalla produzione delle biomasse per arrivare alla loro conversione energetica e smaltimento dei residui
– rendere fruibile una metodologia di calcolo delle emissioni di gas serra/sequestri di carbonio derivanti dai cambiamenti d’uso del suolo
– accrescere la consapevolezza di agricoltori e tecnici sulle emissioni di gas serra/sequestri di carbonio dovute alle pratiche agricole ed alla attivazione di filiere agro-energetiche
– favorire l’attivazione di filiere agri-energetiche che risultino sostenibili, sia dal punto di vista ambientale che economico.

Il corso è gratuito previa iscrizione obbligatoria compilando l’apposito modulo.