Category Archives: Fiere

L’agricoltura dell’Emilia Romagna s’incontra a Faenza

 

L’Emilia Romagna, come si sa, è una regione dalla forte vocazione agricola. Ecco allora che eventi fieristici che prendono vita sul territorio e rivolti a questo comparto produttivo acquisiscono un valore del tutto particolare. Non è quindi un caso che a Faenza in questo 2013 prendano vita addirittura la 76a edizione delle Mostra dell’Agricoltura e il 37° Mo.Me.Vi., dedicato alle meccanizzazione in vitivinicoltura.
L’appuntamento è fissato nei giorni 22, 23 e 24 marzo al Centro Fieristico Provinciale di Faenza (RA) in via Risorgimento. L’organizzazione del doppio evento è di Faenza Fiere.

La Mostra dell’Agricoltura è da sempre un appuntamento di settore molto atteso perché il visitatore può trovare una ricca varietà di artigiani e produttori di mezzi e servizi che calibrano il proprio lavoro sulle esigenze specifiche di ogni agricoltore. La notorietà del Mo.Me.Vi. risiede, invece, nel fatto che per prima, nei lontani anni ’70, ha sviluppato a livello nazionale il concetto di filiera, partendo cioè dal vigneto e dalle sue esigenze, per arrivare alla bottiglia di vino. Dagli impianti chiavi in mano ai trattori specifici per la vigna, dalle vendemmiatrici alle cimatrici, dalle potatrici agli atomizzatori, quanto di meglio offre il settore per una viticoltura moderna sarà in esposizione a Faenza

Non mancheranno poi appuntamenti divulgativi di grande specializzazione. In collaborazione con il C.R.P.V. Centro Ricerche Produzioni Vegetali di Cesena, sabato 22 alle ore 14,30 avrà luogo l’interessante convegno nazionale dal titolo: “Stato di avanzamento delle conoscenze della PSA in Emilia-Romagna”. I maggiori esperti del settore si incontreranno a Faenza per fare il punto in merito alla situazione della batteriosi del kiwi, detta PSA (acronimo del nome del batterio responsabile della malattia: Pseudomonas Syringae pv. Actinidiae).

La Mostra dell’Agricoltura costituisce un atteso momento di confronto e curiosità per tutti gli agricoltori, ma anche per chi ama vivere a contatto con la natura godendo appieno del proprio giardino e del proprio orto. Sarà infatti possibile anche acquistare piante (a livello professionale o amatoriale) e conoscere le più recenti e funzionali applicazioni e tecnologie in questi settori. La Mostra quest’anno sarà particolarmente ricca di espositori professionali di settore, ma non mancheranno anche stand che proporranno strumenti per le energie alternative e altri prodotti non strettamente settoriali.

L’ingresso alla fiera è gratuito.
Orario di apertura: 22 e 23 marzo dalle 9 alle 21, 24 marzo ore 9 – 19
Per informazioni (durante la fiera): tel. 0546 621111 – 0546 620970.

La betteriosi del kiwi: se ne parla a Faenza

 

Venerdì 22 marzo un importante convegno sulla PSA

Nell’ambito della 76a edizione delle Mostra dell’Agricoltura di Faenza (in programma fino al 24 marzo al Centro Fieristico Provinciale di Faenza, in via Risorgimento, in contemporanea con il 37° Mo.Me.Vi., dedicato alle meccanizzazione in vitivinicoltura), venerdì 22 alle ore 14,30 avrà luogo l’interessante convegno nazionale dal titolo: “IL PROGETTO DI RICERCA DELL’EMILIA ROMAGNA SULLA BATTERIOSI DELL’ACTINIDIA: primi risultati”, organizzato in collaborazione con il C.R.P.V. Centro Ricerche Produzioni Vegetali di Cesena e Regione Emilia-Romagna. I maggiori esperti del settore si incontreranno a Faenza per fare il punto in merito alla PSA (acronimo del nome del batterio responsabile della malattia: Pseudomonas Syringae pv. Actinidiae).

In dettaglio il programma del convegno prevede gli interventi di: Tiberio Rabboni, Assessore Agricoltura Regione Emilia-Romagna, Paolo Solmi e Loredana Antoniacci, Servizio Fitosanitario Regione Emilia-Romagna, Maria Grazia Tommasini, CRPV, Elisa Macchi, CSO, Emilio Stefani, Università di Modena e Reggio Emilia, Assunta Bertaccini, Guglielmo Costa, Francesco Spinelli, Agostino Brunelli, Marina Collina, Francesco Spinelli e Paola Minardi, Università degli Studi di Bologna, Elena Tura, CAV, Raffaele Testolin, Università degli Studi di Udine, cui spetta anche il compito di moderare il convegno.
Maggiori informazioni su http://faenzafiere.it/i-nostri-eventi/mostra-dellagricoltura

La coltivazione dell’actinidia è diffusa in tutto il mon­do dove annualmente si producono oltre 1,3 milioni di tonnellate, in massima parte riferite alla cultivar a pol­pa verde (Actinidia deliciosa) e in misura marginale alle varietà a polpa gialla (A. chinensis). Negli ultimi anni gli scambi commerciali hanno raggiunto dimensioni inter­continentali, con importazioni e esportazioni tra paesi dell’emisfero Sud (Cile e Nuova Zelanda) e Nord (Italia più di tutto) anche in virtù della opposta e complemen­tare stagionalità tra i diversi paesi.
In Emilia Romagna l’actinidia ha da tempo una notevole rilevanza economica per il comparto ortofrutticolo; gran­di investimenti sono stati fatti in diversi settori, da quello produttivo a quello commerciale. Di recente si è iniziato a investire anche su impianti con varietà a polpa gialla, più pregiate e costose.
L’improvvisa comparsa del cancro batterico (Pseudomo­nas syringae pv. actinidiae – PSA) e l’estrema difficoltà nel contenerlo rischiano di mettere in crisi l’intera filiera. Da qui la necessità di mettere in campo tutte le forze, compreso quelle volte ad acquisire conoscenze tecni­che e scientifiche al fine di supportare idonee misure di prevenzione e controllo della malattia.

L’ingresso alla fiera e al convegno è gratuito.
Orario di apertura fiera: 22 e 23 marzo dalle 9 alle 21, 24 marzo ore 9 – 19
Per informazioni: tel. 0546 621111 – 0546 620970 (durante la fiera).

Confagricoltura a Euroflora 2011

Confagricoltura Liguria sarà a Euroflora 2011, che apre i battenti giovedì 21 aprile. Un impegno considerevole anche perché, tra le manifestazioni della stessa tipologia, quella di Genova è la più visitata in Europa, con oltre 700.000 presenze nell’ultima edizione del 2006, e deve gran parte del suo successo allo straordinario impegno dei produttori florovivaistici.

“Uno spazio – spiega il direttore Andrea Sampietro – al servizio di tutte le imprese confederali presenti in fiera, dotato di segreteria organizzativa, area buyers, area vip, lounge bar e sala conferenze”.

Tantissime saranno le opportunità di fare interscambio tra operatori e di presentazione di progetti e prodotti, nell’ottica di creare così un punto di riferimento in fiera, che sia adattabile alle esigenze di tutte le realtà di Confagricoltura. E molteplici sono le iniziative in calendario. «L’obiettivo – ha dichiarato durante la presentazione di “Casa Confagricoltura” il presidente Mansuino – è quello di avere un alto profilo culturale che garantisca un’immagine altamente qualificata: rilanciare il concetto di “Cultura di essere Confagricoltura” attraverso un fitto calendario di eventi».

Vinitaly: anche Confagricoltura ci sarà

La “grande Italia del vino e dell’ olio”, quella più dinamica e proiettata sui mercati internazionali, quella più innovativa e di tendenza, avrà anche quest’anno, dal 7 all’ 11 aprile 2011, il suo punto di riferimento nello stand di Confagricoltura, padiglione C, stand 25, corridoi C e D, a Verona, al “Vinitaly” (ed al concomitante salone “Sol”).

Molte le iniziative programmate da Confagricoltura nell’ambito della kermesse veronese: convegni, dibattiti, conferenze stampa, degustazioni di olio e vino, incontri di affari tra aziende e buyer. Insomma tutto il gustoso italiano.

Il primo appuntamento è previsto il 7 aprile (presso lo stand alle ore 14.45) con una conferenza stampa sulla “Carta d’identità per l’extravergine”, un vero e proprio documento di riconoscimento delle bottiglie di olio d’oliva, messo a punto dal Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Venerdì 8 aprile alle 10 l’ appuntamento clou al Vinitaly: il convegno “2001-2010, il decennio che ha cambiato il mondo del vino. Per l’Italia un futuro di sfide” (presso la Sala Puccini di Veronafiere). E’ organizzato da Confagricoltura con gli esperti del gruppo bancario Rabobank International che presenteranno i risultati delle loro recenti ricerche sul settore

Nell’ambito dell’attività di internazionalizzazione che Confagricoltura propone a i suoi associati, anche quest’anno è stato organizzato un ciclo di incontri di affari programmati tra produttori italiani e buyer internazionali, quest’anno provenienti dalla Germania. Si terranno dal 7 all’11 aprile, tra le 9.30 le 18.30 negli stand delle aziende partecipanti.

Quindi una serie di degustazioni, tutte previste presso l’apposita sala dello stand. Venerdì 8 aprile alle ore 14 si proporranno i vini “caldi ma diversi” (i Rossi del Sud), alle ore 16 si abbinerà l’olio extravergine ai segni zodiacali (“Di che olio sei?”). Si prosegue sabato 9 aprile alle ore 10.30 alla scoperta de “le grandi anime del Sangiovese”, alle ore 14.30 su “tutti i colori del bianco”, mentre alle ore 12.30 si apprezzano gli oli del consorzio extravergine di qualità “Q”, per poi proseguire alle ore 16.30 con un nuovo appuntamento tra olio e zodiaco.

Venerdì 8 aprile all’Hotel Leon D’Oro è in programma un incontro-presentazione, dedicato a vini ed extravergini delle aziende “under 40”, organizzato dall’Associazione dei Giovani di Confagricoltura.