Category Archives: Latte

Latte fresco: la crisi colpisce quello di qualità

Latte fresco: la crisi colpisce quello di qualità

Crollano le vendite di latte fresco di alta qualità dell’ 8,22% nei primi quattro mesi del 2009. Lo segnala Confagricoltura, mettendo in evidenza andamenti regressivi del 3,41% nel 2007, del 5,12% nel 2008. Un dato che preoccupa gli imprenditori agricoli anche se, di contro, è accompagnato dalla crescita delle vendite del latte fresco (+5,67% nel quadrimestre 2009).

Molte, ad avviso di Confagricoltura, le cause che portano ad una disaffezione del consumatore. In primo luogo la crescita delle vendite nella GDO, in particolare nei discount, del prodotto a più contenuto costo unitario, ma a minore valenza qualitativa.

“Alta qualità – ricorda Confagricoltura – non è uno slogan, ma una precisa categoria merceologica. I requisiti necessari affinché il latte fresco pastorizzato sia definito di alta qualità sono così rigorosi che solo le aziende tecnologicamente più avanzate e sottoposte a severi controlli sono in grado di proporre questo tipo di latte”.

Per Confagricoltura occorre sensibilizzare il consumatore ed indirizzarlo sul prodotto di alta qualità che è sicuramente proveniente da “allevamenti italiani”; e che nasce dall’impegno, anche economico, dei produttori e della filiera a fornire un latte che oltre a salubrità e sapore ha caratteristiche nutrizionali particolari (con contenuto di proteine di 32 gr. di proteine/litro contro i 28 grammi per quello destinato al latte fresco pastorizzato).


Latte, Zaia: tempi brevi in Italia per un accordo sul prezzo

“La risposta francese ai problemi del settore lattiero va nella stessa direzione già perseguita dall’Italia”.

Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia ha commentato un accordo preliminare raggiunto in Francia sul prezzo da latte corrisposto ai produttori.
In tutta Europa il mercato del latte attraversa una crisi acutissima, caratterizzata da prezzi alla produzione estremamente bassi, che non remunerano gli allevatori e rendono problematica la sopravvivenza di molte aziende.

“Per fronteggiare la situazione – ha proseguito Zaia – ho già attivato un tavolo di filiera, anche con l’obiettivo di far convergere allevatori ed industriali su un accordo per il prezzo del latte che consenta una remunerazione adeguata”.

“Un accordo di questo tipo è più difficile da raggiungere in Italia; per questo le imprese vanno accompagnate nell’approccio interprofessionale”.

“Continuerò a dedicare tutto il mio impegno per individuare una positiva soluzione del problema. Sono consapevole infatti della gravità della crisi. Al primo incontro – ha concluso il Ministro – tenutosi il 27 maggio scorso seguirà un’altra riunione nei prossimi giorni”.