Tag Archives: agroalimentare

Molise – Agroalimentare: verso la nascita di un Polo formativo

Creare un Polo formativo del settore agroalimentare in grado di sviluppare le competenze tecniche, specialistiche e gestionali necessarie per sostenere processi innovativi utili a creare uno stretto collegamento tra il sistema scolastico, formativo, universitario ed imprenditoriale. E’ questo l’obiettivo principale per il quale è nato il progetto Parsifal che verrà presentato nel corso della conferenza stampa che si terrà giovedì 7 maggio alle ore 11 presso la Cittadella dell’Economia in Contrada Selva Piana, Campobasso.

Il progetto prevede la creazione di un osservatorio sul comparto agroalimentare, al fine di monitorare in modo permanente le criticità delle imprese molisane, i vincoli al loro sviluppo ed i fabbisogni formativi che possono accompagnare o promuovere processi innovativi. Una volta raggiunto questo primo obiettivo e grazie anche alla realizzazione di due percorsi formativi “Tecnico superiore per la programmazione della produzione e della logistica” e “Tecnico superiore per automazione industriale” si potrà arrivare a creare un “Sistema a rete di osservazione permanente dei fabbisogni professionali e formativi delle aziende molisane”. Per raggiungere gli obiettivi del progetto è prevista l’attivazione di una rete di Punti informativi situati presso le sedi dei partners del progetto ed in particolare la realizzazione di un Punto informativo principale presso la Cittadella dell’Economia a Campobasso. Nel corso della conferenza saranno descritte da esperti del mondo della formazione, universitario ed imprenditoriale tutte le azioni progettuali di un partenariato che è sicuramente il maggior punto di forza della candidatura, essendo rappresentato da soggetti istituzionali e non che occupano un ruolo strategico per lo sviluppo delle azioni progettuali.

Questo il partenariato del progetto
– Capofila: Istituto Statale Superiore I.S.I.S.S. Bojano
Partner di progetto: Assindustria Molise; Cosmo Servizi Srl; F.A.I. Azienda Speciale della CCIAA Di Campobasso; I.A.R.O.S. Istituto Addestramento Ricerche per l’organizzazione dei Sistemi; Istituto Statale “P. Elena” – Liceo Pedagogico, delle Scienze Sociali, Linguistico; Istituto Professionale di Stato per i Servizi Commerciali e Turistici “V. Cuoco”; Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri “E. Fermi”; Istituto d’Istruzione Secondaria “F. D’Ovidio”; Matese Per L’Occupazione S.C.P.A.; Mina S.C.A.R.L.; Parco Scientifico E Tecnologico “Moliseinnovazione”; Provincia Di Campobasso, Università degli Studi del Molise; Unioncamere Molise, Orfeo Organismo Regionale Formazione E Orientamento;

Unioncamere Molise, e-mail: urp@cb.camcom.it


Siena – Tavola rotonda sull’agroalimentare

Lo scorso 23 febbraio presso la Sala San Pio del complesso museale Santa Maria della Scala in Siena, le istituzioni senesi hanno incontrato esponenti del mondo politico ed economico italiano sul tema dell’ agroalimentare, settore che, anche in vista dell’ Expo di Milano 2015, è da considerarsi come una risorsa fondamentale per lo sviluppo dell’economia locale e nazionale. Le istituzioni senesi, rappresentate da Maurizio Cenni, Sindaco di Siena, Vittorio Galgani, Presidente della Camera di Commercio senese e Fabio Ceccherini Presidente della Provincia di Siena, hanno incontrato Letizia Moratti, Sindaco di Milano e Commissario Expo 2015, Massimo D’Alema, Presidente della Fondazione Italianieuropei, Giuseppe Mussari, Presidente della Banca MPS, Gabriello Mancini, Presidente della Fondazione MPS, Paolo De Castro, docente dell’Università di Bologna, e Mauro Rosati, direttore Generale della Fondazione Qualivita.

La tavola rotonda è stata presieduta da Giuseppe Mascambruno, Direttore del Quotidiano La Nazione ed è stata introdotta da Luigi Verrini, Presidente della Fondazione Qualivita, e Giuseppe Nezzo, Capo del Dipartimento Mipaaf. I partecipanti alla tavola rotonda sono alcuni dei protagonisti che si sono impegnati affinché fosse proprio l’Italia ad ospitare il prestigioso evento dell’Expo 2015. Il tema dell’agroalimentare è stato trattato, infatti, soprattutto in vista dell’esposizione universale di Milano, “Nutrire il pianeta, energia per la vita” , che si terrà nel 2015 e tratterà tutto ciò che concerne l’alimentazione, dalla mancanza di cibo per alcune zone del mondo, all’ educazione alimentare, fino agli OGM, riproponendo questi temi alla luce dei nuovi scenari globali, al centro dei quali c’è il diritto ad un’ alimentazione sana e sufficiente per tutto il pianeta.

L’incontro che si è svolto al Santa Maria della Scala è stato un’occasione per dibattere le prospettive e le ricadute che l’Expo potrà avere sul territorio senese e, più in generale, sul comparto della qualità agroalimentare. L’incontro si è focalizzato principalmente su tre aspetti. Il primo ha fatto riferimento al Sistema Siena in maniera specifica: i partecipanti alla tavola rotonda hanno discusso sulle strategie che la nostra realtà locale dovrebbe implementare per affrontare il cambiamento del sistema economico in atto. Il secondo punto ha riguardato la proposta di un progetto complessivo di settore che riesca a rappresentare al meglio l’ agroalimentare italiano all’Expo 2015, per far conoscere i prodotti anche all’estero. Infine, è stato discusso e firmato un protocollo d’intesa tra Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Banca Monte dei Paschi, Fondazione Qualivita ed Expo 2015, “Insieme per valorizzare il sistema agroalimentare di qualità”, che ha lo scopo di realizzare una serie di attività inerenti la promozione e la valorizzazione del comparto agroalimentare di qualità, con particolare attenzione ai prodotti a denominazione geografica, DOP, IGP e STG.