Tag Archives: Cia Basilicata

Agricoltura: riunione Cia Basilicata

Agricoltura: riunione Cia Basilicata

Un nuovo sistema Confederale e un nuovo modo di fare sindacato e rappresentanza in agricoltura sono gli impegni prioritari per il 2010 della Cia-Confederazione Italiana Agricoltori della Basilicata per rispondere in maniera più adeguata alle nuove esigenze del mondo agricolo lucano derivanti dalla drammatica crisi che si trascina da anni.
E’ quanto sottolinea il documento finale approvato dalla Direzione regionale della Cia che si è riunita a Potenza sabato scorso in vista delle scadenze congressuali previste per il nuovo anno.
La stagione congressuale in particolare riguarda circa 800.000 iscritti a livello nazionale fra Agricoltori/pensionati/donne/giovani; in Basilicata sono 30.000 le adesioni di media degli ultimi tre anni presi a riferimento per la costituzione dei nuovi organi.
L’assemblea regionale elettiva regionale CIA è stata convocata per il 19 febbraio 2010 preceduta da oltre 50 assemblee intercomunali/zonali e le 8 Distrettuali CIA,
quella dell’ANP-Associazione Nazionale Pensionati (il 23 gennaio 2010) preceduta dalle 8 Distrettuali,
quella dei Giovani (il 9 Gennaio 2010) e delle donne (11 gennaio).
I segmenti sui quali far ruotare la nuova ed efficace impostazione di strategia confederale – ha spiegato il presidente regionale della Cia Donato Distefano – poggia su alcune macro opzioni che con la prossima fase assembleare intendiamo realizzare e strutturare.


L’AUTORIFORMA DEL SISTEMA CIA, in particolare, riguarda : separazione fra i livelli di rappresentanza sindacale e quelli gestionali e professionali; la CIA sindacato del territorio e delle aree rurali; la centralità del socio e dell’impresa nel sistema confederale; gli agricoltori protagonisti dell’azione sindacale; il patto con la società il ruolo dell’agricoltura e delle aree rurali; la rete partecipativa del sistema CIA e dei Presidenti e direttivi comunali (100 direttivi e 100 presidenti Comunali); i Gruppi d’interesse economico prodotto (ortofrutta-zootecnia-cerealicoltura-vitivinicolo/olivicolo-silvicolo/vivaistico-agroenergetico); le Associazioni di persone e la loro autonomia di rappresentanza (ANP-Giovani-Donne).
Ci attende – sottolinea Distefano – una fase fortemente impegnativa ma che riteniamo fondamentale per dare risposte sempre più efficaci agli agricoltori lucani.