No Image

L’agricoltura sociale entra negli istituti penitenziari

March 20, 2009 0

“Buonidentro”. L’agricoltura sociale entra negli istituti penitenziari e porta fuori ottimi prodotti.

La presentazione dei “Buonidentro”, i prodotti agricoli e alimentari degli istituti penitenziari, esposti e fatti assaggiare durante la fiera Fa la cosa giusta! rappresenta per Aiab l’avvio di una nuova fase nell’impegno duraturo nel settore dell’agricoltura sociale. Una nuova fase che passa soprattutto per il progetto “Agric Leggi tutto

No Image

Oggi il a Roma il G8 degli agricoltori

March 19, 2009 0

Gli appuntamenti del G8 in Italia iniziano con il primo vertice mondiale di tutti i leader delle maggiori organizzazioni agricole dei Paesi appartenenti al G8 per discutere di agricoltura, alimentazione, ambiente e energie alternative nel tempo della crisi.

Il “G8 Farmers’ Union” si svolge in vista del vertice dei Capi di Stato e di Governo del prossimo luglio alla Maddalena e coinvolge gli agricoltori di Giappone, Stati Uniti, Canada, Germania, Francia, Inghilterra, Russia e Italia , per la prima volta tutti insieme nel nostro Paese.

Hanno dato la loro adesione esponenti delle Istituzioni nazionali, europee ed internazionali tra i quali rappresentanti delle Ambasciate, della Fao, Leggi tutto

No Image

ALIMENTARE: COLDIRETTI, TAROCCATI 2 PIATTI MADE IN ITALY SU 3

March 10, 2009 0

Il fatturato dei prodotti alimentari Made in Italy taroccati supera nel mondo i 50 miliardi di euro e si stima che oltre i confini siano falsi almeno due piatti “italiani” su tre serviti. E’ quanto afferma la Coldiretti nel commentare la ricerca dell’Accademia italiana della cucina che conferma il grave danno economico e di immagine provocato dalla pirateria agroalimentare che utilizza infatti impropriamente parole, colori, località, immagini, denominazioni e ricette che richiamano al nostro Paese per alimenti che non hanno nulla a che fare con la realtà produttiva e culinaria nazionale.

I Paesi dove sono piu’ diffuse le imitazioni sono Australia, Nuova Zelanda e Stati Uniti dove – denuncia la Coldiretti – appena il 2 per cento dei consumi di formaggio di tipo italian Leggi tutto